Caterina e il leone

Caterina e il leone

Sostiene Caterina che nessuna avventura la emozionò tanto quanto quella che le capitò nel giorno del suo secondo compleanno quando, svegliandosi nel suo lettino, si trovò di fronte un vero leone che belava come una pecora.

Racconta Caterina, poi, che non ebbe paura di quel leone belante – anzi, riuscì a metterlo in fuga con un ruggito potentissimo.

GRRRRR

Mi dice Caterina che il leone fuggendo spaventò un mucchio di persone – un prete, un impiegato dell’INPS ed un gruppo di ciclisti -, poi sparì nel nulla.

Ora Caterina mi mostra una cartolina, ricevuta pochi giorni dopo i fatti appena raccontati.

“Saluti dalla Savana”, è scritto in rosso sulla foto.

“BEEEEEEEE”, è scritto con zampa tremante sul retro.

[Foto di copertina: Pixabay | CC0]
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rispondi