CategorieLetture

La famiglia Glass. Cronologia

L

Il primo febbraio 2019, nove anni dopo la morte dello scrittore J.D. Salinger, il figlio Matthew ha concesso un’intervista a Lidija Haas del «Guardian» annunciando una prossima pubblicazione delle tante storie scritte e mai pubblicate dal padre durante i suoi quarantacinque anni di volontario silenzio. Matt Salinger non ha fornito dettagli ma la giornalista ha annunciato che tra i nuovi scritti...

Mia carissima Julca

M

Roma, 20 novembre 1926 Mia carissima Julca,ricordi una delle tue ultime lettere? (Era almeno l’ultima lettera che io ho ricevuto e letto). Mi scrivevi che noi due siamo ancora abbastanza giovani per poter sperare di volere insieme crescere i nostri bambini. Occorre che tu ora ricordi fortemente questo, che tu ci pensi fortemente ogni volta che pensi a me e mi associ ai bambini. Io sono...

Natalia cara, amore mio

N

Roma, 4 febbraio 1944Natalia cara, amore mioogni volta spero che non sia l’ultima lettera che ti scrivo, prima della partenza o in genere; e così è anche oggi. Continua in me, dopo quasi una intera giornata trascorsa, il lieto eccitamento suscitatomi dalle tue notizie e dalla prova tangibile che mi vuoi così bene. Questo eccitamento non ha potuto essere cancellato neppure dall’inopinato incontro...

Morte di uno scrittore per l’infanzia. Piccola rassegna stampa

M

Era il 14 aprile del 1980 ed era già sera quando l’inaspettato annuncio della prematura morte di Gianni Rodari arrivò nelle redazioni dei quotidiani italiani. «Avanti!», «il manifesto», «la Repubblica» e «il Popolo» non trovarono spazio per la notizia in prima pagina. Il «Corriere della Sera» e «La Stampa», invece, ricavarono dei box che rinviavano a brevi ricordi dell’autore nelle pagine...

Un gol raccontato da Gianni Brera

U

Ancora una volta Kalle era stato sigfridiano (ed egotista, anzi solipsista) nel primo tempo, a ridosso di Galli: quando stavamo per maledire a lui, ecco la prodezza insigne: tre dribbling in accentramento: poi – da 18 metri – il sinistro battuto di collo interno: la palla che vola in senso destrorso a infilare Terraneo sulla sua destra, assolutamente imprendibile! A Sigfrido è poi...

Mike

M

«I nostri presentatori della televisione avevano successo, e lo hanno, in quanto riassumono ed esprimono certi difetti, certe tare nazionali. Mike Bongiorno ne riassumeva più di tutti, ed ecco perché lo possiamo stimare il più mediocre, quindi il più bravo» (Luciano Bianciardi, «Mike: elogio della mediocrità», LʼAvanti, 28 luglio 1959) «Mike Bongiorno convince dunque il pubblico, con un esempio...

Lawrence «Titus» Oates

L

Lawrence «Titus» Oates o «the Soldier», capitano dei dragoni Inniskilling della regina, uomo della solitudine e costruttore del pessimismo. Frequentatore del silenzio riflessivo che aveva appreso in lunghi anni di servizio in Sudafrica e India. Zoppo per le ferite di guerra e per la malinconia che lo accompagnava. Vittima di molti ricordi e di solitudini leggendarie.Filippo Tuena – Ultimo...

Le abitudini dei pescibanana

L

«Hanno delle abitudini singolari. Molto, ma molto singolari […] È una vita molto tragica, la loro, poveretti […] Nuotano dentro una grotta dove c’è un mucchio di banane. Sembrano dei pesci qualunque, quando vanno dentro. Ma una volta che sono entrati, si comportano come dei maialini. Ti dico, so da fonte sicura di certi pescibanana che, dopo essersi infilati in una grotta bananifera...

Antonio Coletta

Antonio Coletta è autore, ufficio stampa e redattore editoriale freelance. Ha fondato numerosi blog e strambe webzine e collaborato con molte testate e troppi siti internet. Ha raccontato la sua fallimentare esperienza di addetto stampa del cantautore Calcutta in «Calcutta. Amatevi in disparte» (Arcana, 2018), pubblicato la raccolta di racconti «Mia madre astronauta» (Ultra, 2019) e partecipato all'antologia «Qui giace un poeta» (Jimenez, 2020) con un racconto su Roberto Bolaño.

Contattami