Storie dal blog

I dispersi

I

Sono oggi quattro anni che mio padre è mancato. Di mestiere faceva il supereroe silenzioso. È morto sul lavoro. Prendeva talmente sul serio il suo ruolo di supereroe silenzioso che non parlò mai con nessuno delle sue imprese. Una sera, quando io già ero a letto, mio padre sentì con il suo superudito che alcuni bambini erano in pericolo, aprì in fretta la finestra e spiccò il volo – ma cadde per...

Il compagno Corrado Orrico

I

Non so perché ma quando ho saputo che Conte avrebbe lasciato la guida della beneamanta mi è venuto in mente lʼadesivo «Orrico facci vincere» che da bambino avevo attaccato sullʼarmadio della mia cameretta. Chiamato da Ernesto Pellegrini all’Inter nell’estate del 1991 per sostituire Trapattoni, il «maestro di Volpara» aveva alle spalle una sola esperienza in serie A con l’Udinese – terminata con...

Su Battiato

S

Battiato è mancato per due volte nellʼarco di pochissimi anni: la prima volta quando annunciò ufficialmente la malattia e il ritiro dalla vita pubblica e da quella artistica con «Torneremo ancora»; la seconda ieri, quando ha lasciato questa vita. Eravamo preparati a questo secondo lutto, ma i miei sentimenti sono stati gli stessi provati la prima volta: gratitudine per lʼarte, lʼispirazione e la...

Un piccolo tributo

U

I sentimenti prevalenti, di fronte alla morte di Franco Battiato, sono quelli della commozione e della gratitudine per l’uomo, per la sua arte e per tutto quello che mi hanno regalato negli ultimi trent’anni.

La variante zingarettiana

L

La regione Lazio annuncia che il 2 giugno vaccinerà i maturandi – generalmente 18-19enni –, quindi prima di tanti coetanei e under 40 che lavorano nelle fabbriche, nei supermercati e nei centri commerciali, prima dei laureandi e dei rider, prima di tutti gli altri individui di qualsiasi età che avrebbero voluto vaccinarsi ma che non hanno potuto, per motivi più o meno chiari. Non mi è chiaro...

Fedeltà

F

Al supermercato cʼera una promozione speciale sulle scatole di preservativi. Ne ho presi tre pacchi e sono andato a pagare. Li ho poggiati sul tappetino rullante della cassa. La cassiera li ha guardati e mi ha guardato. Li ha riguardati e mi ha riguardato, stavolta come se fossi un uomo in procinto di stuprare una gatta. Le ho detto «guardi signora che non ho nessuna intenzione di stuprare una...

Via Moccia, Frosinone

V

Ieri mi sono preso un pomeriggio libero e ho sfruttato le libertà concesse dalla zona gialla per uscire dal territorio comunale e andare a sedermi con mia figlia su una panchina nella zona alta di Frosinone. Mio nonno aveva abitato poco distante da lì, da bambino, e raccontava che, tornato a casa dalla guerra in Africa, aveva trovato l’edificio nel quale vivevano i suoi genitori e i suoi...

La famiglia Glass. Cronologia

L

Il primo febbraio 2019, nove anni dopo la morte dello scrittore J.D. Salinger, il figlio Matthew ha concesso un’intervista a Lidija Haas del «Guardian» annunciando una prossima pubblicazione delle tante storie scritte e mai pubblicate dal padre durante i suoi quarantacinque anni di volontario silenzio. Matt Salinger non ha fornito dettagli ma la giornalista ha annunciato che tra i nuovi scritti...

Antonio Coletta

Antonio Coletta è autore, ufficio stampa e redattore editoriale freelance. Ha fondato numerosi blog e strambe webzine e collaborato con molte testate e troppi siti internet. Ha raccontato la sua fallimentare esperienza di addetto stampa del cantautore Calcutta in «Calcutta. Amatevi in disparte» (Arcana, 2018), pubblicato la raccolta di racconti «Mia madre astronauta» (Ultra, 2019) e partecipato all'antologia «Qui giace un poeta» (Jimenez, 2020) con un racconto su Roberto Bolaño.

Contattami