Traduzioni libere da Leonard Cohen — ”Flowers for Hitler” (1964)

Leonard Cohen - Flowers for Hitler

UN’ALTRA NOTTE COL TELESCOPIO

ricordo la violenza di una stanza vuota
un volto bizantino smunto
che presiede un nuovo digiuno

non ne posso più
di questa possibile grazia

non fatemi essere padre né figlio
ma uno tra quelli che filano
un irrilevante telaio eterno
tessendo trame di guerre e di erba
che nascono e muoiono in una notte

io so che le stelle
– indomabili come la polvere –
non stanno immobili ad aspettare
punizioni umane
ma viaggiano di cielo in cielo
graffiando le nostre vite
con spilli di luce

LA PROMESSA

conosco un modo per vivere
travolto dalla luce –
i tuoi capelli biondi

l’impronta della tua bocca
è una voglia stampata
sulle mie energie

amarti è vivere
un diario perfetto

– prometto a me stesso –
mai lo scriverò

[Immagine di copertina e poesie da: Leonard Cohen | Flowers for Hitler]

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rispondi