Martellini

M

Ho appena letto che Nando Martellini avrebbe compiuto oggi i cento anni dʼetà. Ricordo che quando ero bambino Martellini frequentava il mio stesso stabilimento balneare e che avevo sentito dire che fosse un poʼ tirchio. Un giorno il mio amico S. venne a passare una giornata al mare con me – avevamo undici o dodici anni, eravamo entrambi abbastanza in fissa col pallone e la figura dellʼormai pensionato Martellini era comunque sempre in auge grazie a Quelli che il calcio. Io e S. ce ne stavamo fermi sul lungomare a parlare non so di cosa, poi gli dissi «Qui viene sempre Martellini. Dicono che sia tirchio» e appena finii di dirlo sentii una risata generosa dietro di noi, e dietro di noi cʼera proprio lui, il vecchio Nando Martellini.

A proposito dell'autore

Antonio Coletta

Antonio Coletta è autore, ufficio stampa e redattore editoriale freelance. Ha fondato numerosi blog e strambe webzine e collaborato con molte testate e troppi siti internet. Ha raccontato la sua fallimentare esperienza di addetto stampa del cantautore Calcutta in «Calcutta. Amatevi in disparte» (Arcana, 2018), pubblicato la raccolta di racconti «Mia madre astronauta» (Ultra, 2019) e partecipato all'antologia «Qui giace un poeta» (Jimenez, 2020) con un racconto su Roberto Bolaño.

Commenta questo post

Antonio Coletta

Antonio Coletta è autore, ufficio stampa e redattore editoriale freelance. Ha fondato numerosi blog e strambe webzine e collaborato con molte testate e troppi siti internet. Ha raccontato la sua fallimentare esperienza di addetto stampa del cantautore Calcutta in «Calcutta. Amatevi in disparte» (Arcana, 2018), pubblicato la raccolta di racconti «Mia madre astronauta» (Ultra, 2019) e partecipato all'antologia «Qui giace un poeta» (Jimenez, 2020) con un racconto su Roberto Bolaño.

Contattami