Vite dei santi

V

La leggenda riportata da Papa Gregorio Magno nella Vita Sancti Benedicti, monografia dedicata al patrono d’Europa, racconta che nel 529 l’istitutore della regola e dell’ordine benedettino abbandonò il monastero di Subiaco per sfuggire a sette giovani nude inviategli da tal prete Fiorenzo per attentare alla sua moralità. Il fuggitivo raggiunse così il basso Lazio dove, sui resti di un tempio pagano, fondò la ben nota Abbazia di Montecassino.

Similmente la leggenda riportata da Sandro Bondi nella Vita Sancti Berlusconi racconta che nel 2011 l’istitutore dell’IMU abbandonò Palazzo Chigi per sfuggire a sette giovani nude inviategli da tal compagno Fiorenzo per attentare alla sua moralità. Il fuggitivo raggiunse così la Brianza dove, sui resti della cessione del Milan, rifondò l’Associazione Calcio Monza.

A proposito dell'autore

Antonio Coletta

Antonio Coletta è autore, ufficio stampa e redattore editoriale freelance. Ha fondato numerosi blog e strambe webzine e collaborato con molte testate e troppi siti internet. Ha raccontato la sua fallimentare esperienza di addetto stampa del cantautore Calcutta in «Calcutta. Amatevi in disparte» (Arcana, 2018), pubblicato la raccolta di racconti «Mia madre astronauta» (Ultra, 2019) e partecipato all'antologia «Qui giace un poeta» (Jimenez, 2020) con un racconto su Roberto Bolaño.

Commenta questo post

Antonio Coletta

Antonio Coletta è autore, ufficio stampa e redattore editoriale freelance. Ha fondato numerosi blog e strambe webzine e collaborato con molte testate e troppi siti internet. Ha raccontato la sua fallimentare esperienza di addetto stampa del cantautore Calcutta in «Calcutta. Amatevi in disparte» (Arcana, 2018), pubblicato la raccolta di racconti «Mia madre astronauta» (Ultra, 2019) e partecipato all'antologia «Qui giace un poeta» (Jimenez, 2020) con un racconto su Roberto Bolaño.

Contattami