Frida Sofia

In pochi secondi il mondo di Frida Sofia le si scassò attorno – lei fece appena a tempo a ripararsi sotto un grande tavolo di marmo – urlò aiuto – poi attese un tempo che le sembrò durare anni – invece erano stati pochi giorni, poche ore, pensò – una voce disturbata da un telefono […]

Silvio

Incontro Silvio sull’autobus che porta da Fiuggi a Roma – “è libero?”, domando indicando il posto vuoto accanto a lui – “prego, si sieda”, mi dice lui – una donna si avvicina, “presidente, un selfie” – non si tira indietro, la donna gli passa una mano nella folta chioma, “che capelli, presidente, sembrano veri” – […]

Poi preparo una crostata

Mark era atterrato in Italia pochi mesi dopo lo scoppio dell’Enorme Guerra. Era partito da Boston (o da quel poco che ne restava), aveva attraversato l’Oceano viaggiando con sua figlia Rosemary su uno di quei jumbo sovraffollati (posti in piedi, bagno guasto) che ancora oggi paracaduterebbero i profughi americani senza permesso di soggiorno sull’Europa (paracaduti […]

Immortale Beethoven

Immortale Beethoven

Incontro il maestro in una casa nobiliare di Napoli. Fu affidato alle cure della mia famiglia da Ike Eisenhower in persona – racconta la signora Cicala – gli americani lo avevano appena strappato dalle mani dei tedeschi. Aveva poco più di centosettanta anni ed era già sordo da almeno centoventi – interviene la signorina Cicala […]

La mozzarella in carrozza

Incontrare Elvis a Marina di Minturno

Incontro Elvis in una pineta di Marina di Minturno – scende dal suo camper addentando un panino al prosciutto, ha ottant’anni, bermuda ascellari, gambe magre, stomaco prominente, pelle arrostita dal sole e dal tempo, pochi capelli – eppure lo riconosco – lo chiamo “Elvis!” – finge di non ascoltare – “Ehi, Elvis!” – mi guarda, […]